Caffè culturale "LetterAr-Thè"

Il Blog di Storia dell'arte, Letteratura&Libri, Storia, Cinema, Fotografia e Arte culinaria. Uno spazio di condivisione aperto a tutti che ha lo scopo di far conoscere in modo semplice il mondo culturale.

Questa settimana vi offriamo un Rompicapo di un’opera integrale.

Sarà più facile riconoscere un’opera nella sua interezza? O no? Provate a indovinare chi è l’autore e il soggetto.

Soluzione del Rompicapo del 14- 01-2015

immagine1

Si tratta dell’Estasi di Santa Teresa d’Avila (1647 – 1651) nella Cappella Cornaro di Santa Maria della Vittoria a Roma. La scultura è considerata uno dei capolavori assoluti della statuaria barocca e fu realizzata da Gian Lorenzo Bernini su commissione del cardinale veneziano Federico Cornaro.

Il corpo della santa appare completamente esamine, abbandonato su di un masso a forma di nuvola; presenta un volto incantevole con gli occhi socchiusi e le labbra aperte, mentre un cherubino le scosta la veste, pronto a colpirla al cuore con un dardo dorato.

Il tema dell’estasi era stato oggetto, fin dalla canonizzazione di Santa Teresa nel 1622, di una vasta letteratura agiografica: la santa spagnola era infatti conosciuta per le sue esperienze mistiche e spirituali. Bernini tradusse l’estasi mistica in un’esperienza concreta di passionalità reale, traducendola come un turbamento che sconvolge insieme la carne e lo spirito.

La luce è protagonista assoluta di fantastici effetti scenografici: dietro la scultura Bernini realizzò una piccola abside emiciclica che fuoriesce dal perimetro della chiesa, aprendo una finestra nella sommità che resta invisibile a chi osserva la cappella ma che va a colpire direttamente il gruppo scultoreo. Il risultato voluto dal Bernini va quindi letto come un insieme complesso costituito da tutti gli elementi della cappella, dove il genio barocco manifesta il concetto di unità tematica e visiva tra architettura, scultura, pittura e decorazione che va sotto il nome di “bel composto”.

2 risposte a "Il Rompicapo"

  1. Martina Lalla ha detto:

    Ciao, sono stata pochi giorni fa agli Uffizi e ho potuto ammirare quest’opera: è “La calunnia di Apelle” di Sandro Botticelli. Capolavoro!

    "Mi piace"

    1. saradincertopadre ha detto:

      Grazie Martina per la partecipazione…a presto per la soluzione!!!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...