Caffè culturale "LetterAr-Thè"

Il Blog di Storia dell'arte, Letteratura&Libri, Storia, Cinema, Fotografia e Arte culinaria. Uno spazio di condivisione aperto a tutti che ha lo scopo di far conoscere in modo semplice il mondo culturale.

Ecco il nuovo Rompicapo…Riconoscete questo dettaglio di un mosaico molto famoso??

Soluzione del Rompicapo del 6-05-2015

fond01_01

Si tratta del gruppo scultoreo eseguito da Antonio Canova nel 1787-93 e intitolato “Amore e Psiche”. E’ esposto al Musèe du Louvre a Parigi; Ne esiste una seconda versione (1800-1803) conservata all’Ermitage di San Pietroburgo in cui i due personaggi sono raffigurati in piedi e una terza (1796-1800), sempre al Louvre, in cui la coppia è stante.

Nelle Metamorfosi Apuleio racconta la storia di Psiche, sposa di Amore, che perse il suo amato per aver disatteso alla promessa di non guardarlo mai in volto. Infine perdonata, Psiche fu condotta in cielo.

Le due figure sono rappresentate nell’atto subito precedente il bacio, un momento carico di tensione, ma privo dello sconvolgimento emotivo che l’atto stesso del baciarsi provocherebbe nello spettatore. La gestualità e il movimento introducono anche la dimensione del tempo eternizzato dall’artista in un attimo sublime, sospeso. Anche i personaggi, nei corpi adolescenziali e dalle forme perfette, sono idealizzati secondo un principio di bellezza assoluta e spirituale. Il gruppo scultoreo è posto, con il consenso dell’autore, su una pedana rotante, in modo che lo spettatore possa coglierne in pieno i pregi formali. Le due figure si intersecano tra di loro formando una x morbida e sinuosa che dà luogo ad un’opera che libra letteralmente nello spazio.

La scultura è eseguita in marmo bianco finemente levigato realizzando con successo il senso della carne, che Canova mirava ad ottenere nelle proprie opere. La monocromia, in contrasto alla drammaticità e al pittoricismo barocco, è un canone del Neoclassicismo che Canova riprende per privare l’opera di una carica espressiva troppo elevata ed eleggerla di fatto a capolavoro senza tempo.

2 pensieri su “Il Rompicapo

  1. Stefano B. ha detto:

    E’ il mosaico della corte di Giustiniano in san Vitale a Ravenna, giusto? L’ho visto tanti anni fa in gita. E complimenti per il blog!

    "Mi piace"

    1. saradincertopadre ha detto:

      Grazie per aver partecipato Stefano; a presto per la soluzione!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...